Agevolazioni fiscali

La Legge di bilancio 2021 ha introdotto un incentivo agli investimenti in beni strumentali nuovi, dedicato alle strutture produttive presenti sul territorio dello Stato.

Consiste in un credito di imposta il cui importo è commisurato al costo dei beni acquistati.

Questo vuol dire che se decide di acquistare un’attrezzatura nuova (consulta l’elenco dei beni strumentali ammissibili nell’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232), può pagarla il 50% in meno.

Il credito di imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello F24 in tre quote annuali di pari importo e non più nell’arco di cinque anni, come previsto dalle misure precedenti.

L’utilizzo avviene a decorrere dall’anno di avvenuta interconnessione dei beni acquistati che soddisfano i requisiti dell’industria 4.0.

Non solo.

Se la sua impresa ha sede in una regione del Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia), il credito d’imposta è cumulabile con altre agevolazioni come il Bonus per il Mezzogiorno, che prevede fino a un ulteriore 45% di risparmio.

La pratica industria 4.0 consiste nell’installazione di apparecchiature elettroniche e software sulle macchine per il controllo e il dialogo da una posizione remota in sede del cliente.

Per ulteriori informazioni contattare il numero 0522619270.

Compila il modulo per avere informazioni gratuite!

Consulta Privacy